impresa partner unicredit    facebook linkedin Scarica l'App dall'App Store android-2!-- banner ebook piccoli6 -->

Blog: impREsa informa

Andamento del mercato immobiliare 2018: statistiche OMI

Mercato immobiliare delle compravendite in Italia nel 2018

Qual è l'andamento delle compravendite in questo 2018? A dircelo è la Nota dell'Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) emessa a giugno dall'Agenzia delle Entrate riguardante il primo trimestre di quest'anno.

 andamento compravendite 2018 statistiche

I segnali di ripresa - già consolidati a fine 2017 continuano e anzi si registra un aumento delle compravendite di immobili residenziali rispetto al 2017. Sembra finalmente lontano il 2012, l'annus horribilis quando i volumi di compravendita già in contrazione a partire dal secondo semestre 2007 iniziano a precipitare (-25,8% rispetto al 2011) a causa della crisi economica e dell' aumento del costo dei mutui. Sembra che il mercato immobiliare italiano abbia addirittura recuperato quasi totalmente le forti perdite del 2012.

La crescita non è però omogenea a livello geografico in tutto il territorio nazionale e in tutte le località di una stessa area. Vediamo meglio nel dettaglio cosa sta accadendo. 

La crescita lungo lo Stivale. Il mercato immobiliare 2018 nelle regioni d'Italia

La crescita è maggiore nelle isole. Si attesta al 6% rispetto al primo trimestre del 2017. Seguono il nostro territorio, ovvero il Nordest, con il 5,8% e il Sud con il 5,5%. Più bassa la crescita al Nord Ovest (+3,6%) e infine al Centro l' aumento delle compravendite è del 2,5%.

Andamento delle compravendite 2018 non omogeneo: la grande differenza tra capoluoghi e piccole città

Tra città grandi e piccole c'è una bella differenza. Nei capoluoghi infatti la crescita è molto inferiore. Se in media è pari al 4,7% nelle città non capoluogo, è infatti solo dell'1,2% nelle grandi città. 

Nel Nordest riscontriamo la differenza più grande tra quanto avviene nei capoluoghi e nei centri minori: se la vendita di immobili nei capoluoghi è addirittura negativa rispetto allo stesso periodo del 2017 (-0,7%), nelle città non capoluogo la crescita è del 5,6%. 

Il Centro Italia rappresenta un'eccezione. Qui la situazione è diametralmente opposta: si vendono più case nei capoluoghi che nei centri urbani minori, come dimostrano rispettivamente le percentuali di crescita  del 7,6%  e del 4,7%.

Nelle otto  principali città italiane la crescita va molto a rilento ed è del 0,7%. Eccezioni sono rappresentate da Napoli in crescita dell' 11, 8 %, dunque ben sopra la media nazionale, e in senso opposto da Firenze (-1,1%), Roma (-1,9%), Bologna (-2,7%) e Genova (-3,0%).