impresa partner unicredit    facebook linkedin Scarica l'App dall'App Store android-2!-- banner ebook piccoli6 -->

Blog: impREsa informa

Bonus casa: novità della Legge di Bilancio 2018 definitiva

Agevolazioni fiscali casa: il testo definitivo Legge di Bilancio 2018

Nel nostro blog vi abbiamo costantemente informato sull’Ecobonus e altri bonus casa (Ecobonus: aggiornamenti dall’Agenzia delle EntrateAgevolazioni fiscali ristrutturazione in tema di sicurezza ).  Il 23 dicembre scorso in Senato è stata approvata la versione definitiva della legge di Bilancio 2018 e il 1 gennaio di quest’anno è entrata in vigore. Rispetto alle precedenti disposizioni qualcosa è cambiato. Vediamo insieme le novità.

 

Ecobonus

ecobonus termovalvole legge bilancio 2018

Detrazioni  per gli interventi condominiali

La detrazione arriva all’85% se si abbina consolidamento a risparmio energetico, ovvero lavori finalizzati a ridurre il rischio sismico e il consumo energetico per le aree a rischio sismico 1,2,3.

Per i soli interventi di risparmio energetico è invece previsto il 65%, 75% o 85% in base alla classe raggiunta.

detrazioni per le singole unità abitative

Nel 2018 l’aliquota rimane al 65% ma è stata abbassata al 50% per gli interventi di sostituzione infissi, installazione schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione di classe A. La detrazione tuttavia rimane al 65% se insieme alla caldaia si installano le valvole su tutti i termosifoni.

Novità in merito alla cessione del credito fiscale

Con l'approvazione definitiva della Legge di Bilancio è prevista la possibilità di cessione del credito fiscale maturato per i lavori in casa non solo per gli interventi sulle parti condominiali, ma anche sulle singole unità abitative. La cessione del credito fiscale è stata prevista soprattutto per quelle persone che non possono facilmente provvedere alle spese dei lavori per motivi economici. Il rimborso sotto forma di detrazione IRPEF infatti prevede che l'importo restituibile venga suddiviso in 10 anni, ovvero in un vasto arco temporale. Per far fronte alle spese dei lavori viene in aiuto la cessione del credito che permette di ottenere un budget disponibile fin da subito. Il credito è cedibile a fornitori, imprese edili, banche e intermediari finanziari.

 Bonus Verde

 piante e verde bonus verde 2018

Introdotto questo nuovo bonus che agevola chi ha un giardino, terrazzo o balcone e vuole abbellirlo o renderlo più funzionale (locatari o comodatari compresi). La detrazione prevista è del 36% ed è applicabile ad una spesa massima di 5.000 euro (ovvero la detrazione massima è di 1800 euro per immobile), mentre l'importo totale della detrazione verrà suddiviso in 10 rate di pari importo.  La buona notizia è che la detrazione non è applicata alla persona ma alla casa: chi è proprietario di due case e effettua interventi su entrambe può sommare le due detrazioni. Rientrano nelle spese anche quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. Vediamo nel dettaglio quali interventi rientrano nel Bonus Verde:

  • realizzazione di  impianto irrigazione
  • realizzazione di pozzi
  • sostituzione siepe
  • spesa per grandi potature
  • spesa per fornitura piante e arbusti
  • riqualificazioni prati
  • realizzazione di giardini pensili

L'incentivo alla sistemazione del verde riguarda anche immobili di pregio storico-artistico. La detrazione spetta anche per gli interventi effettuati sulle parti comuni esterne dei condomìni con un limite di spesa di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso residenziale.